Dizionario della logistica

RFID (Radio Frequency Identifier o Radio Frequency Identification Data)

Etichetta leggibile o leggibile/scrivibile a distanza via radio (da pochi cm fino a 10 m di distanza, se si usano frequenza e potenza opportune). Si compone di un'antenna ricevente, un piccolo circuito integrato, un'antenna trasmittente (che può essere la stessa che riceve) ed una piccola batteria o condensatore. Un RFID non riscrivibile contiene un numero univoco, che non può mai essere alterato durante la sua vita e può essere letto infinite volte. Un RFID scrivibile contiene oltre al numero univoco anche una piccola flash memory che può essere scritta e letta un numero di volte teoricamente infinito. Un RFID può anche essere classificato in base all'alimentazione. Se "passivo" non ha pile perché raccoglie in un condensatore una parte dell'energia ricevuta dalla antenna che l'interroga e la usa per rispondere. Quelli attivi hanno invece una piccola batteria. Anche il Telepass è un dispositivo RFID, come alcuni badge per il controllo degli accessi di persone e mezzi. Grazie alla loro elevata capacità di memorizzazione e alla possibilità di aggiornare i dati in esso contenuti, gli RFID stanno trovando ampia diffusione in logistica in sostituzione del codice a barre, anche se la loro penetrazione è frenata dal costo relativamente elevato, che li rende utili solo se usati per molte fasi del processo (ad es., per un bene strumentale: produzione, collaudo, magazzino, prelievo, prova di consegna, assistenza tecnica, ritiro e smantellamento a fine vita). Vi sono anche in sviluppo tecnologie di produzione di RFI mediante serigrafia, che potrebbero portarli a competere anche come etichette dei prodotti di largo consumo, in sostituzione del codice a barre. Il vantaggio sarebbe la lettura (istantanea ed automatica) alle casse del supermercato di tutta la merce contenuta nel carrello (insieme a quella che un cliente può aver messo in tasca!). L'automazione totale delle casse e l'eliminazione del taccheggio nei supermercati sono le grandi spinte verso l'uso massiccio degli RFID.